logo
logo-smartphone
header-balls
NEWSFLASH:

News

#CAMPIONATI FERMI: il CRL "contro" l'ordinanza regionale

Il Comitato Regionale Lombardo, anche memore della tantissime lamentele e forti prese di posizione da parte delle società, reagisce al provvedimento regionale di fermare tutta l'attività (partite e allenamenti) per tre settimane.

VOGHERA (PV) _ Dura presa di posizione del Comitato Regionale Lombardo in merito all'ordinanza regionale n. 620 di venerdì 16 ottobre che ferma per tre settimane, dal 17 ottobre al 6 novembre, l'attività calcistica regionale sia dilettantistica che giovanile (partite e allenamenti vietati). Tantissime società hanno anch'esse preso posizioni dre in merito al provvedimento, giunto di punto in bianco, dopo la ripartenza di settembre e i protocolli di sicurezza applicati per svolgere al meglio l'attività e dopo che la Regione aveva, con l'ordinanza n. 619, fornito disposizioni sull’accesso del pubblico alle manifestazioni sportive con validità dal 16 ottobre al 19 ottobre, riprendendo quanto disposto dall'ultimo DPCM del 13 ottbre 2020.

Siamo esterrefatti dalla totale mancanza di preavviso e soprattutto di confronto da parte delle istituzioni con chi di sport si occupa quotidianamente – commenta il presidente del C.R.L. Giuseppe Barettie riteniamo che proprio da questa mancanza di contatto con il mondo sportivo siano discese le scelte scaturite, che non esito a definire senza criterio. E’ incomprensibile come possa essere ritenuta più pericolosa un’attività salutare, condotta all’aperto in spazi amplissimi, rispetto a molte altre situazioni della vita quotidiana che attualmente risultano però autorizzate. Viene anche da chiedersi, entrando nel tema prettamente calcistico, che differenza ci sarà mai fra un atleta delle categorie Allievi o Giovanissimi che gioca in una squadra dilettantistica e quello che milita invece nella corrispondente categoria di una società professionistica, oppure tra la Serie D, campionato nazionale dilettanti, e gli altri campionati regionali dilettantistici, se a dover essere tutelate sono la salute e la sicurezza, che ovviamente stanno a cuore a tutti noi, come dimostrato nel momento in cui per primi ci siamo fermati lo scorso febbraio. Ma oltre a ciò, riteniamo una simile decisione frustrante dei tanti sacrifici fatti dalla nostre società per adeguarsi ad un rigido protocollo al fine di poter operare in sicurezza”.

Il Comitato chiederà urgente confronto con la Regione. “Chiederemo in primis rispetto per i nostri oltre 180.000 tesserati – prosegue Baretti – e soprattutto vogliamo sapere che tipo di provvedimenti aspettarci, perché per condurre l’attività sportiva serve programmazione e non possiamo sottostare ad aperture e chiusure a singhiozzo che mettano a repentaglio l’intero sistema, che anzi ha ora bisogno di supporto e sostegni anche concreti dalle istituzioni”.

I Partner

  • logo abeli

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Facebook

Seguici su

icon fb icon tw
icon yt icon ig

Calendario Partite

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Twitter @avcvogherese

© 2010-2020 A.V.C. Vogherese 1919

Top