logo
logo-smartphone
header-balls
NEWSFLASH:

News

#ALLARME CORONAVIRUS: allenamenti e partite a porte chiuse, in attesa del CRL

Dopo l'uscita del DMCP in data 1 marzo che elenca tutte le nuove (o vecchie con modifiche di allentamento) delle misure anti-coronavirus, il Comitato Regionale Lombardo dovrà stabilre quali squadre (dilettanti e giovanile) dovrà andare in campo a porte chiuse. E se docce e spogliatoi saranno ancora luoghi accessibili.

Voghera (Pv) _ Nella serata di domenica 1 marzo 2020 è uscito (sarà pubblicato sulla G.U. di lunedì 2 marzo 2020) il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio relativamente alle misure da adottare e seguire per la settimana che va dal 2 all'8 marzo compreso, relativamente all'allarme Coronavirus.

In particolare, per le regioni di Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, le province di Pesaro, Urbino e Savona:

- la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, sino all’8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati, a meno che non si svolgano “a porte chiuse”. Restano consentite le sessioni di allenamento, sempre “a porte chiuse”;
- il divieto di trasferta organizzata dei tifosi residenti nelle stesse regioni e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona, per assistere a eventi e competizioni sportive che si svolgano nelle restanti regioni e province.

Dunque, in Lombardia, sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 l’attività calcistica potrà riprendere. Solo a porte chiuse. Nel decreto non si fa differenza tra campionati dilettantistici e giovanili, si escludono ovviamente le squadre lodigiane e cremonesi. Secondo quanto previsto dall’articolo 2 del Decreto della Presidenza del Consiglio “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19” sono solo 11 i Comuni che dovranno osservare il blocco totale dell’attività fino all’8 marzo (i lombardi Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e il veneto ): in queste località saranno vietate tutte le manifestazioni e iniziative di carattere sportivo. Dunque niente allenamenti e gare ufficiali.

Quindi nel resto della Lombardial’attività sportiva dovrebbe ripartire a pieno regime, seppur con delle limitazioni. A quanto si può leggere dal Decreto “Resta consentito lo svolgimento di eventi e competizioni sportive, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse“.

Nessun dubbio sulle sedute di allenamento, così come disposto già lo scorso 25 febbraio, che dovranno sempre svolgersi a porte chiuse. Si aggiunge che si potrà tornare anche in campo nel finae settimane ma sempre e solo a porte chiuse. Il testo del decreto parla di «competizioni e sedute di allenamento» e non fa alcuna distinzione tra professionisti e dilettanti. Anche su utilizzo o meno di spogliatoi e docce non si fa alcun cenno.

Il comma A dell’articolo 3 rischia però di confondere le carte: “sospensione delle attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali”. I campi sportivi rientrano sotto la definizione di «impianti» o «centri»? Chiara difformità di interpretazione, ma per i sindaci del territorio lombardo l’impianto è la struttura all’aperto, il centro sportivo quella al chiuso. Il problema o il "non problema" sarà quello se il sindaco del paese non dovesse aprire il campo e quindi sarà difficile pensare di svolgere allenamenti e gare a porte chiuse.

Sarà e dovrebbe essere a questo punto il Comitato Regionale Lombardia, che, dopo aver ottenuto i chiarimenti da Regione Lombardia e da alcuni rappresentanti dei primi cittadini, prenderà la decisione ufficiale nella giornata di lunedì 2 marzo: il Decreto del Governo sarà sicuramente recepito per la parte che riguarda gli allenamenti, mentre per le partite servirà una chiara e univoca interpretazione della differenza tra «centro» e «impianto».

La Vogherese, come già scritto, riprenderà ad allenarsi in gruppo da lunedì 2 marzo. Osservando le porte chiuse. Ma prima di pensare di poter scendere in campo domenica 8 marzo nella trasferta sul campo della Vergiatese, dovrà attendere nuove direttive.

I Partner

  • logo abeli

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Facebook

Seguici su

icon fb icon tw
icon yt icon ig

Calendario Partite

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
PARTITE 1a SQUADRA
Eccellenza girone A
C. S. Comunale "Gianni Brera" - Via Laratta - Lazzate (MB)
Ardor Lazzate - AVC VOGHERESE 1919 - 13^ giornata di ritorno - ore 15,30 - RINVIATA
Data : Domenica 5 Aprile 2020
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
PARTITE 1a SQUADRA
Eccellenza girone A
Stadio Parisi - Via Facchinetti 4 - Voghera (PV)
AVC VOGHERESE 1919 - Busto 81 - 14^ giornata di ritorno - ore 15,30 - RINVIATA
Data : Domenica 19 Aprile 2020
20
21
22
23
24
25
26
PARTITE 1a SQUADRA
Eccellenza girone A
C. S. Comunale Fabbri - Viale Europa, 88 - Trezzano Sul Naviglio (MI)
Pavia 1911 - AVC VOGHERESE 1919 - 15^ giornata di ritorno - ore 15,30 - RINVIATA
Data : Domenica 26 Aprile 2020
27
28
29
30

Twitter @avcvogherese

© 2010-2020 A.V.C. Vogherese 1919

Top